sabato 26 novembre 2011

E' possibile rifare la Sindone?

La Sindone è un lenzuolo di lino nel quale, secondo la leggenda cattolica, sarebbe stato avvolta la salma di Gesù. La prova al carbonio 14, avvenuta nel 1988, ha stabilito che il lenzuolo risale al periodo 1260-1390. Ciò nonostante la chiesa cattolica continua ad ingannare i fedeli parlando di "santa reliquia" e l'anno scorso ha proposto per quaranta giorni l'ostensione a Torino del "sudario di Cristo", organizzando la visita di milioni di pellegrini. Il professore Luigi Garlaschelli, docente di chimica all'Università di Pavia, ha dimostrando il falso della reliquia costruendo una seconda sindone con i mezzi tecnici a disposizione nel Medio Evo, con il contributo di UAAR e CICAP. Il professor Garlaschelli ha tenuto varie conferenze sul tema: "E' possibile rifare la Sindone?". Mercoledì 30 novembre, alle ore 21, presso la sala circoscrizionale di via Brunelleschi 12 vedremo insieme il video di una di queste conferenze e ne parleremo tra di noi. Sono invitati soci, simpatizzanri e tutti gli interessati. Ad ogni incontro è possibile rinnovare la tessera per il 2012.

sabato 19 novembre 2011

Cena sociale di fine anno

L'anno sociale del circolo UAAR di Verona volge al termine. Anche nel 2011 il numero degli iscritti è cresciuto, sia pure di poco. Vecchi e nuovi iscritti avranno l'occasione di incontrarsi a tavola nella cena sociale di fine anno. La cena è fissata per venerdì 2 dicembre alle ore 20.00 presso il ristorante Sacchetto, sito a Santa Maria di Zevio in via Toffanelle Vecchie n. 10 (mappa). Dovendo indicare al ristoratore il numero dei partecipanti, invitiamo tutti a prenotarsi per tempo. Alcune prenotazioni sono state già raccolte negli ultimi incontri di circolo. Lo si potrà fare anche nei prossimi incontri che abbiamo indicato nei punti precedenti. Chi verrà soltanto alla cena può prenotarsi al seguente indirizzo campedelliangelo@tiscali.it, precisando il numero dei partecipanti e se si preferisce una cena vegetariana. Sono invitati tutti i soci, i simpatizzanti, i nostri lettori, facendosi accompagnare da famigliari ed amici. Il prezzo della cena è di 21 euro, bevande comprese.

Questo è il menù:
- risotto con funghi e tartufo
- bigoli all'anatra (al radicchio per i vegetariani)
- arrosto di maiale
- straccetti di manzo al pepe (misto di formaggi per i vegetariani)
- contorni misti di stagione, cotti e crudi
- dolce meringata alla frutta
- acqua, vino, spumante, caffè

Incontro sui rotoli di Qumran

Venerdì 25 novembre, alle ore 21, nella sala circoscrizionale di via Brunelleschi presenteremo il libro «I segreti dei rotoli di Qumran - Un mistero lungo più di duemila anni», scritto da Peter Disertori. Avremo con noi sia l'autore che l'editore. Nel 1947, all’interno delle grotte situate nella zona di Qumran, nei pressi del Mar Morto, vennero ritrovati dei rotoli che contenevano documenti manoscritti. Gli studiosi ritengono che i manoscritti appartenessero alla comunità degli Esseni di cui hanno parlato Filone Alessandrino, filosofo giudaico, lo storico Giuseppe Flavio e Plinio il Vecchio. Il ritrovamento dei rotoli è importante perché per la prima volta gli studiosi hanno potuto avere a disposizione un'intera gamma di composizioni religiose prive delle restrizioni censorie sia di parte ebraica che di parte cristiana. Prima del ritrovamento dei rotoli di Qumran i manoscritti più antichi della Bibbia in ebraico erano del IX secolo. La datazione dei rotoli va dal III secolo a.C. al I secolo d.C.

I dubbi del credente

Molti atei e agnostici un tempo erano in qualche modo "credenti". Come, perché, attraverso quali esperienze e quali passaggi hanno perso la loro "fede"? Mercoledì 23 novembre, alle ore 21, nella sala circoscrizionale di via Brunelleschi affronteremo questa questione: "Quali informazioni sono maggiormente in grado di seminare un dubbio nella mente di un credente". Ci sarà una breve introduzione di Angelo Campedelli e ciascuno di noi potrà dare un contributo partendo dalla propria esperienza e dalla conoscenza di percorsi fatti da altri. Le vie dell'ateismo sono infinite, come ci insegnano le Sacre Scritture. La riunione è aperta a tutti gli iscritti ed ai simpatizzanti. Se qualche "credente" è curioso, può venire anche lui. Ricordiamo che ad ogni incontro può essere rinnovata (o fatta per la prima volta) l'iscrizione per il 2012.

venerdì 18 novembre 2011

Interpellanza al Sindaco di Verona

A seguito dei rilievi  fatti dal circolo UAAR sulla lettera inviata dall'assessore Alberto Benetti ai genitori delle scuole d'infanzia comunali, il consigliere comunale Mauro De Robertis ha presentato la seguente interpellanza: link al documento in formato PDF.

venerdì 11 novembre 2011

Comunicazione nostra disponibilità a partecipare ad assemblee d'istituto

Abbiamo inviato la seguente e-mail a tutte le scuole medie superiori della provincia di Verona:

Al Signor/Alla Signora Dirigente dell'Istituto ... di ...
Prof. ...

In questi ultimi anni, studenti rappresentanti di istituto si sono rivolti al circolo UAAR di Verona per invitare qualche suo esponente ad assemblee d'istituto. Tra i nostri iscritti ci sono docenti di scuole superiori e d'università, professionisti ed esperti in vari settori, disposti a partecipare ad assemblee d'istituto su temi d'attualità, di costume, storici, filosofici, scientifici, di cinematografia ed altro.  La loro partecipazione sarebbe del tutto gratuita. Le chiediamo di far presente questa disponibilità agli studenti rappresentanti dell'istituto da Lei diretto ed anche alle altre componenti del consiglio d'istituto. Riteniamo che per gli studenti sia utile e stimolante ascoltare l'opinione sia di chi ha una fede religiosa sia di chi non ce l'ha in un confronto aperto e civile, come l'esperienza di questi anni ci ha dimostrato.

In attesa si una risposta positiva anche da parte degli studenti del suo istituto, le porgiamo distinti saluti.

Il comitato di coordinamento
del circolo UAAR di Verona.

Indirizzo di contatto: verona@uaar.it
Telefono di contatto:  337-46***** (prof. Ezio Cristani, docente in pensione di Matematica e Fisica)

sabato 5 novembre 2011

Medjugorje, la fede e la frode

A Verona e provincia c'è una fioritura di pellegrinaggi a Medjugorje. Alcuni preti si dedicano a tempo pieno a questa nuova fonte di superstizione. Il 16 settembre c'è stato un megaraduno di Medjugorje-fedeli a Tregnago con la veggente che "vedeva" in diretta la Madonna. Un altro megaraduno è programmato a Verona per il 5 novembre. L'Arena, malgrado la contemporanea fiera cavalli, è riuscita a dedicare vari articoli all'evento. In particolare, ci fa notare una nostra lettrice che, nell'articolo del 2/11, si informava che  "i pullman dovranno esporre la locandina o il cartello «incontro di preghiera-Palasport Verona» che dà la possibilità di entrare gratuitamente in città e di usufruire senza spesa del parcheggio in zona Palasport". Cosa che, in tempi di drastici tagli di bilancio, non è male. ll circolo UAAR di Verona risponde con uno dei maggiori esperti in materia. Mercoledì 16 novembre avremo ospite il dott. Francesco D'Alpa, che dirige l'osservatorio UAAR sui fenomeni religiosi ed è redattore della rivista l'Ateo. Alle ore 21 nella sala circoscrizionale di via Brunelleschi D'Alpa parlerà sul tema “Medjugorje, la fede e la frode”. Il dott. Francesco D'Alpa è medico neurofisiopatologo ed ha numerose pubblicazioni sui fenomeni miracolosi e dintorni. In particolare nel 2010 ha pubblicato i seguenti due libri: La scienza e  Medjugorje vol.1 - Il caso Joyeux e La scienza e Medjugorje vol.2 - Il dossier Frigerio. L'incontro è aperto a tutti anche  Medjugorje-fedeli e ai loro preti. Ci sarà adeguato spazio per domande e interventi.

Volantino in formato PDF

Conferenza e castagnata

Mercoledì 9 novembre, alle ore 21, in un sala circoscrizionale di via Brunelleschi il dott. Stefano Ferro ci intratterrà sul tema  "La chiesa cattolica veronese durante la prima guerra mondiale". Qualche anno fa, quando si era laureato in lettere, Stefano Ferro era venuto a illustrarci la sua tesi sulla storicità dei Vangeli. Nello scorso mese Ferro ha conseguito con il massimo dei voti la laurea specialistica in filologia e letteratura moderna e contemporanea con un lavoro dal titolo "Vita civile e politica a Verona durante la Grande Guerra", in cui rientra anche il tema dell'incontro. Come sempre, l'incontro è aperto a tutti gli interessati. All'aspetto culturale abbineremo l'aspetto gastronomico. E' (quasi) consuetudine nella prima metà di novembre una castagnata sociale. Chi è disposto a portare caldarroste e bevande sarà ancora più benvenuto. Meglio sarebbe, se ce lo anticipasse. Mercoledì sera, inoltre, sarà possibile rinnovare l'iscrizione per il 2012 e prenotarsi per la cena sociale di venerdì 2 dicembre che si terrà presso il ristorante Sacchetto a S. Maria di Zevio.