sabato 15 dicembre 2012

Riunione di circolo con castagnata

Mercoledì 19 dicembre, alle ore 21.00, presso la sala civica in via Brunelleschi (zona stadio), è prevista la riunione di circolo.
 

Essendo l'ultimo incontro dell'anno, si è pensato di fare una serata conviviale a base di marroni, castagne e vino.
 

E' l'occasione per fare l'ISCRIZIONE UAAR 2013 e per acquistare i CALENDARI UAAR 2013 (ottimi anche come regalo). Come sempre, le nostre riunioni sono aperte a tutti: iscritti, simpatizzanti e curiosi.

domenica 11 novembre 2012

Cena sociale di fine anno

Venerdì 30 novembre, alle ore 20, ci sarà la consueta cena sociale di fine anno: momento conviviale per stare insieme, per acquistare i nuovi calendari (bellissimi), e per fare l'iscrizione del 2013. Sono invitati i soci, i simpatizzanti e i loro amici. Sarà un piacere ritrovarsi in tanti!
Di seguito il menù e le indicazioni per raggiungere la trattoria Parolin Ai Due Mori in via Ognissanti n. 10 Alpo, Villafranca di Verona.

N.B.: si prega di comunicare l'adesione quanto prima scrivendo ad Angelo Campedelli - campedelliangelo@tiscali.it.

domenica 4 novembre 2012

Riunione di circolo

Si informa che mercoledì 7 novembre, alle ore 21.00, presso la sala civica Brunelleschi in via Brunelleschi (zona stadio), è prevista la consueta riunione di circolo.
Come sempre, le nostre riunioni sono aperte a tutti: iscritti, simpatizzanti e curiosi.
  1. ci sarà una relazione sull'Assemblea Nazionale dei Circoli tenutasi a Rimini il 27-28 ottobre scorsi;
  2. si programmerà una conferenza scientifica con il prof. Luciano Bonomi sull'evoluzionismo;
  3. saranno disponibili i nuovi calendari UAAR 2013;
  4. si raccoglieranno le iscrizioni per l'anno 2013.

Calendario UAAR 2013

Ecco il CALENDARIO UAAR 2013: bello, grande, colorato, e con spazio giornaliero in ogni mese per scrivere appunti (come richiesto da molti). Chi vuole può prenotarsi scrivendo a campedelliangelo@tiscali.it: il prezzo è di soli 5 euro! (davvero un'occasione da non perdere). 



giovedì 25 ottobre 2012

25 ottobre: giornata dello sbattezzo

Oggi, 25 ottobre, è la giornata dello SBATTEZZO.

Nel 1958 il vescovo di Prato definì «pubblici peccatori e concubini» una coppia di battezzati sposatasi civilmente. La coppia subì gravi danni economici, intentò una causa al vescovo e la perse: essendo ancora formalmente cattolici, continuavano infatti ad essere sottoposti all’autorità ecclesiastica.
La data dell’iniziativa è stata scelta in ricordo di quanto accadde il 25 ottobre 1958, giorno in cui la Corte d'appello di Firenze assolse il vescovo di Prato che aveva denigrato pubblicamente due giovani che vollero sposarsi con solo rito civile (in Municipio). Fu assolto non perché non li avesse diffamati, ma perché i coniugi erano da ritenersi “suoi sudditi perché battezzati”, e dunque liberamente diffamabili da parte dell’autorità ecclesiastica.
Aldilà del rito tribale in sé (l'acqua "santa", le formule "magiche", e quant'altro), che a noi atei-agnostici non ce ne può fregar di meno, resta il fatto (la sostanza) che con il battesimo si diventa MEMBRI della Chiesa Cattolica: infatti, ogni parrocchia (come ogni comune) ha il registro dei battezzati (come il registro dell'anagrafe) nel quale viene iscritto il nuovo "aderente" alla CCAR.

CINQUE BUONI MOTIVI PER SBATTEZZARSI 
1 – Per coerenza.
È quantomeno contraddittorio dichiararsi atei, o non religiosi, o appartenenti ad altre religioni, e nello stesso tempo continuare a far parte della confessione religiosa denominata Chiesa Cattolica Apostolica Romana.
2 – Per logica.
Se i nostri genitori ci avessero iscritti, ancora infanti, ad un partito politico del quale, da adulti, non ne condividiamo più i contenuti, dovrebbe essere più che logico cancellarsi da quel partito e, se il caso, iscriversi ad un altro.
3 – Per giustizia.
Solitamente si è battezzati per volontà altrui ad un’età in cui non si è ancora in grado di prendere alcuna decisione. Sbattezzarsi consente di affermare, in maniera matura e consapevole, la propria scelta in campo religioso.
4 – Per politica.
Che quattro gatti decidano di abbandonare ufficialmente la propria religione può fare solo il solletico ad un’organizzazione potente come quella della Chiesa Cattolica, ma se tutti gli atei, gli agnostici, e tutti coloro che non appartengono ad alcuna religione, o che appartengono ad altre religioni, decidessero di sbattezzarsi, allora è chiaro che lo sbattezzo assume una valenza politica: i nostri governanti la smetterebbero di baciare le pantofole al "rappresentante" di turno del loro dio.
5 – Per anticlericalismo.
Contro l’invadenza clericale nella vita politica e civile, incoraggiata dal grande numero di battezzati in Italia, sbattezzarsi costituisce un modo molto efficace per contenere tale supponenza e stabilire le giuste proporzioni. Relegare il proprio ateismo alla sola sfera privata favorisce l’accrescimento dell’invadenza clericale. Sbattezzarsi è un piccolo ma significativo atto concreto per cercare di contrastare tale tendenza (je rode, statene certi!).
Per una più completa informazione, consultare il seguente link: http://www.uaar.it/laicita/sbattezzo/
Per chi ha il piacere della lettura, si consiglia il bellissimo (davvero) libro "Uscire dal gregge" di Raffaele Carcano.

Se c’è un vantaggio nell’essere stati battezzati da piccoli, sta nella soddisfazione (garantita!) di potersi sbattezzare da grandi.
Con lo sbattezzo NON si è più considerati aderenti alla confessione religiosa denominata Chiesa Cattolica Apostolica Romana.
Sbattezzarsi è molto semplice (oltre che previsto e garantito da legge dello Stato): basta un lettera alla parrocchia o alla curia...




lunedì 22 ottobre 2012

Riunione di circolo e assemblea nazionale dei circoli

Mercoledì 24 ottobre, alle ore 21.00, presso la sala civica Brunelleschi in via Brunelleschi (zona stadio), è prevista la consueta riunione di circolo. Come sempre, le nostre riunioni sono aperte a tutti: iscritti, simpatizzanti e curiosi.
Il prossimo fine settimana (27 e 28 ottobre) alcuni nostri soci andranno all'Assemblea Nazionale dei Circoli, pertanto si invita alla massima partecipazione in modo da arricchire i temi e le problematiche da sottoporre all'Assemblea.

lunedì 8 ottobre 2012

Riunione di circolo

Mercoledì 10 ottobre alle ore 21.00, presso la sala civica in via Brunelleschi (zona stadio), è prevista la consueta riunione di circolo.
Sono invitati a partecipare i soci e i simpatizzanti.

lunedì 24 settembre 2012

Riunione di circolo e iscrizioni 2013

Mercoledì 26 Giovedì 27 settembre, alle ore 21.00, presso la solita sala Brunelleschi (in via Brunelleschi 12, zona stadio), ci sarà la riunione di circolo. Iscritti, simpatizzanti, amici e amiche sono tutti invitati.
Di seguito le nuove disposizioni per l'iscrizione del 2013 all'UAAR.

giovedì 20 settembre 2012

Manifestazione del 22 settembre per Porta Pia: cambio di programma

Si comunica che ieri, a soli 3 giorni dalla manifestazione, il sindaco Tosi ha ritirato l'autorizzazione alla marcia e il questore ci ha proposto di limitare la manifestazione al solo comizio di fronte alla statua di Vittorio Emanuele II.

La manifestazione si terrà  quindi a partire dalle ore 16:00 in Piazza Bra, sotto la statua di Vittorio Emanuele II.
 
Di seguito un comunicato degli organizzatori. 
 

lunedì 17 settembre 2012

Ricorrenza Porta Pia

Il circolo UAAR di Verona intende aderire all'iniziativa promossa da Radicali Verona (riportata sotto). Saremo presenti con le nostre bandiere e con nostri volantini. Si invita alla massima partecipazione. Coloro, iscritti e simpatizzanti, che volessero partecipare sono pregati di contattare il sottoscritto.
Campedelli Angelo (comitato di coordinamento circolo UAAR di Verona)  
e-mail: campedelliangelo@tiscali.it, tel.: 045-6050186, cell.: 348-5680305.

CATHOLICA$H DAY

Sabato 22 settembre, in occasione del 142° anniversario della Breccia di Porta Pia, scenderemo in piazza per denunciare le ingerenze e lo strapotere politico-economico del Vaticano, nonché l’omertà e l’impunità nei casi di pedofilia clericale.

MARCIA ANTICLERICALE
Ritrovo:
 ore 16:00 fronte chiesa Santa Anastasia
Arrivo e comizio: Piazza Bra, fronte Palazzo Barbieri
Durante la manifestazione sarà possibile firmare l’appello indirizzato al Governo per il dimezzamento dell’8X1000.
RIAFFERMIAMO LA LAICITÀ DELLO STATO E DELLE ISTITUZIONI,
RIAFFERMA LA TUA LIBERTÀ!

sabato 23 giugno 2012

Resoconto dell'incontro-confronto sulla felicità

Il circolo UAAR di Verona ha organizzato un incontro sul tema: "Atei e credenti tra ricerca e confronto: dove sta la felicità?". L’incontro si è tenuto venerdì 8 giugno presso la sala civica Brunelleschi di Verona.
L'idea è nata dal fatto che Benedetto XVI ama dipingere chi non crede in Dio come nichilista e infelice.
A seguito della presentazione alla stampa, ne avevano parlato Telearena, Telenuovo e L'Arena (tv e quotidiano veronesi).
Dopo un'introduzione del dott. Giovanni Ventura, psicologo, il tema è stato dibattuto tra il monsignor Giancarlo Grandis, vicario episcopale per la cultura della diocesi di Verona, e l'architetto Angelo Campedelli, del circolo di Verona. C’è stato anche ampio spazio per interventi e domande da parte del pubblico.
La sala era piena, l'uditorio attento e grande volontà di partecipare. Molti presenti hanno preso la parola ed altri avrebbero voluto farlo, ma una serata ha tempi limitati. La ricerca c'è stata, il confronto un po' meno.

sabato 16 giugno 2012

Riunione di circolo

Martedì 19 giugno, alle ore 21.00, presso la saletta mansarda (piano primo) della sede civica Brunelleschi in via Brunelleschi 12 (zona stadio), ci sarà la riunione di circolo.
1 - Si commenterà la serata dell'incontro atei-credenti sul tema della felicità (svoltosi venerdì 8 giugno scorso).
2 - Si parlerà delle future iniziative da programmare per il dopo pausa estiva.
L'incontro, come sempre, è aperto a tutti e per chi volesse è ancora possibile iscriversi all’UAAR per il 2012.

sabato 2 giugno 2012

Ciliegiata 2012

Domenica 17 giugno ci sarà la ciliegiata del Circolo UAAR di Verona. Come ormai è tradizione, nella domenica vicina al solstizio d'estate il circolo UAAR di Verona si ritrova, ospitato dai soci Sandra ed Ezio, nella loro casa vicino a San Rocco di Valpolicella, con un ampio prato, circondato dal bosco, un posto ideale per trascorrere una giornata all'aperto in lieta compagnia.
Sono invitati tutti i soci, simpatizzanti e familiari. E' opportuno contribuire in natura sia per il mangiare sia per il bere. Gli amici vegetariani faranno bene a concordare tra di loro.
Comunque, per evitare sprechi e doppioni, si chiede di avvertire telefonando al 346-4119198 oppure scrivendo a ezio@ezio-cristani.it.
L’ambiente è visibile nel sito www.ezio-cristani.it.
L'appuntamento è fissato alle ore 11.30 nella piazza di San Rocco di Valpolicella (sopra Marano). Sono ben accetti anche i soci degli altri circoli.

venerdì 1 giugno 2012

Atei e credenti tra ricerca e confronto: dove sta la felicità?

Per venerdì 8 giugno (non più il 6 come previsto in un primo tempo), alle ore 21, nel salone Brunelleschi, il circolo UAAR di Verona ha organizzato un incontro sul tema: "Atei e credenti tra ricerca e confronto: dove sta la felicità?".
Ci sarà un'introduzione del dott. Giovanni Ventura, psicologo, e poi il tema sarà dibattuto tra l'architetto Angelo Campedelli, del nostro circolo, e il monsignor Giancarlo Grandis, vicario episcopale per la cultura della diocesi di Verona.
Ci sarà anche ampio spazio per interventi e domande da parte del pubblico. Entrata libera.

sabato 12 maggio 2012

Lettera ai sindaci eletti

Ai Sindaci della provincia di Verona eletti il 6/7 maggio 2012.

Egregio Signor Sindaco ......... del Comune di ......

Il Circolo UAAR di Verona si complimenta per la Sua elezione alla guida dell'Amministrazione comunale di ....... e si augura che Ella voglia essere sindaco di tutti i cittadini, indipendentemente dalle convinzioni religiose degli stessi.
L' Accordo tra la Repubblica Italiana e la Santa Sede del 18 febbraio 1984, nel Protocollo addizionale, considera non più in vigore il principio, originariamente richiamato dai Patti Lateranensi, della religione cattolica come sola religione dello Stato italiano. Da allora sono passati più di 28 anni, ma molti comuni del veronese hanno continuato, nei fatti, a considerare la religione cattolica come religione ufficiale dello Stato italiano.
Ogni privilegio accordato ad una certa confessione religiosa è un atto discriminatorio nei confronti dei cittadini che non professano alcuna religione o professano una religione diversa. Il fatto che la maggioranza (assoluta o relativa) dei cittadini appartenga ad una confessione religiosa non giustifica che valori e-o principi assunti da quei cittadini siano imposti ad altri cittadini diversamente collocati religiosamente.

In questo ambito chiediamo alla Sua Amministrazione di istituire, come in altri comuni italiani, un “Registro di Comunicazione di Deposito dei testamenti biologici dei cittadini” e un “Registro delle coppie di fatto”. I cittadini saranno, poi, liberi di avvalersene o non avvalersene in base alle proprie convinzioni etiche e religiose.

Finora i comuni veronesi hanno destinato annualmente l'8% degli oneri di urbanizzazione secondaria per gli edifici di culto e dintorni, affermando di esservi obbligati dalla L. R. n° 44 del 20-08-1987, e più precisamente dall'art. 1. La legge che ha istituito gli oneri di urbanizzazione è la L. n° 10 del 28-01-1977 (detta legge Bucalossi): l'art. 12, che riguarda la destinazione degli oneri, non prevede quote riservate a qualche particolare destinazione. A seguito dell'intervenuta modifica del titolo V della Costituzione (nuovo art. 119), che ha posto l'autonomia di entrata e di spesa dei comuni, ogni Comune ha il diritto di decidere (nel modo che ritiene più opportuno) come impiegare i soldi derivanti da una entrata propria, quali sono gli oneri di urbanizzazione. Auspichiamo che la Sua Amministrazione voglia destinare quell'8% ad opere di urbanizzazione secondaria ritenute più utili e più urgenti.

Nella scuola pubblica l’ora alternativa (l’attività didattica per chi non sceglie l’ora di religione cattolica) dovrebbe essere un diritto. In realtà si verificano spesso difficoltà organizzative e forme di emarginazione denunciate anche dall’UNICEF. Riteniamo utile che la Sua Amministrazione istituisca, presso l'assessorato alla pubblica istruzione, un “Osservatorio sui diritti di Genitori e Studenti” riguardante l’ora alternativa e sostenga con finanziamenti comunali progetti didattici ed educativi destinati agli studenti dell’ora alternativa.

Vista la nuova normativa, Le suggeriamo una verifica della destinazione d’uso delle proprietà immobiliari esistenti nel Suo Comune e riconducibili alle confessioni religiose al fine del pagamento della nuova I.M.U (Imposta Comunale sugli Immobili).
Spesso nei comuni del veronese ci sono stati riti e simboli religiosi negli uffici pubblici; benedizioni e visite pastorali nonché messe di vario tipo in orario di lavoro; inviti da parte dei superiori a cerimonie religiose sul luogo di lavoro e in orario di servizio. Tutto ciò è avvenuto ignorando le esigenze di chi professa altre religioni o dei cittadini atei ed agnostici. Pensiamo che queste forme di discriminazione non debbano avvenire durante la Sua Amministrazione.

La ringraziamo per la Sua attenzione e Le auguriamo buon lavoro.
A cura del Circolo UAAR di Verona verona@uaar.it

venerdì 4 maggio 2012

Prossime riunioni di circolo

Le prossime riunioni di circolo sono programmate per mercoledì 9 maggio e mercoledì 23 maggio, alle ore 21.00, presso la sala civica di via Brunelleschi (zona stadio).
Ricordiamo che è ancora possibile rinnovare l'iscrizione per l'anno 2012.

martedì 1 maggio 2012

Questionario per i candidati sindaci

Il 30 aprile il circolo UAAR di Verona ha inviato il seguente questionario ai candidati alla carica di sindaco del comune di Verona nelle elezioni del 6/7 maggio 2012:
 
DOMANDA N. 01 - E’ favorevole alla verifica della destinazione d’uso delle proprietà immobiliari esistenti a Verona e riconducibili alle confessioni religiose al fine del pagamento della nuova I.M.U (Imposta Comunale sugli Immobili)?
DOMANDA N. 02 - Sebbene non sia possibile verificare la cifra esatta, dai dati disponibili lo Stato italiano finanzia la Chiesa Cattolica con oltre 6 Miliardi di Euro all’anno, sotto diverse voci (http://www.icostidellachiesa.it/). Con la crisi in atto, vengono richiesti enormi sacrifici ai cittadini. Ritiene possibile che la prossima Amministrazione Comunale riveda alcune di quelle voci? In particolare, qual è il suo parere sulla modifica della legge sull’8x1.000, per destinare alle Religioni solo la quota esplicitamente scelta ?
DOMANDA N. 03 - Nella scuola pubblica l’ora alternativa, l’attività didattica per chi non sceglie l’ora di religione cattolica, dovrebbe essere un diritto. In realtà si verificano sempre difficoltà organizzative e anche forme di emarginazione denunciate anche dall’UNICEF. Ritiene utile istituire un “Osservatorio sui diritti di Genitori e Studenti” riguardante l’ora alternativa? E’ disponibile a sostenere con finanziamenti comunali progetti didattici ed educativi destinati agli studenti dell’ora alternativa ?
DOMANDA N. 04 - I comuni destinano annualmente l'8% degli oneri di urbanizzazione secondaria agli edifici di culto e dintorni, affermando di esservi obbligati dalla L. R. n° 44 del 20-08-1987, e più precisamente dall'art. 1. La legge che ha istituito gli oneri di urbanizzazione è la L. n° 10 del 28-01-1977 (detta legge Bucalossi): l'art. 12, che riguarda la destinazione degli oneri, NON prevede quote riservate a qualche particolare destinazione. A seguito dell'intervenuta modifica del titolo V della Costituzione (nuovo art. 119), che ha posto l'autonomia di entrata e di spesa dei comuni, ogni Comune ha il diritto di decidere (nel modo che ritiene più opportuno) come impiegare i soldi derivanti da una entrata propria, quali sono gli oneri di urbanizzazione. E' sua intenzione, una volta Sindaco, di utilizzare per opere civili l'8% degli oneri di urbanizzazione secondaria anziché continuare a destinarlo per edifici di culto?
DOMANDA N. 05 - Per la normativa sul fine vita, meglio conosciuto come “Testamento Biologico”, il progetto di legge (Calabrò), votato dal Senato e sul quale l’UAAR è fortemente critica, è fermo alla Camera e lo sarà ancora a lungo, vista la manifesta non-volontà del Governo Monti di intervenire su temi eticamente sensibili. Il Comune di Verona vorrà istituire, come altri comuni italiani, un “Registro di Comunicazione di Deposito dei testamenti biologici dei cittadini”?
DOMANDA N. 06 - Diversi Comuni e/o Circoscrizioni italiane hanno istituito il “Registro delle Coppie di Fatto”. Qual è la sua opinione a proposito ? E’ disponibile ad istituirlo anche a Verona e ad adoperarsi per una legge nazionale?
DOMANDA N. 07 - Riti e simboli religiosi negli uffici pubblici. Benedizioni e visite pastorali nonché messe di vario tipo in orario di lavoro. Inviti da parte dei superiori a cerimonie religiose sul luogo di lavoro e in orario di servizio. Esposizione di simboli religiosi negli uffici pubblici. Tutto ciò accade in uno Stato Laico, qual è l’Italia, dove non esiste la religione di stato, ignorando le esigenze di chi professa altre religioni o dei cittadini atei e agnostici. In caso di elezione a Sindaco, si impegna a rendere liberi dalla religione gli uffici pubblici e ad evitare la presenza di membri della Chiesa Cattolica ad ogni cerimonia ufficiale laica?

lunedì 16 aprile 2012

Incontro tra un cattolico e un ateo

Un parroco della città di Mantova (certo don Alessandro Franzoni della parrocchia di Frassino), all'interno di una serie di incontri con i giovani della sua parrocchia su alcuni temi della vita, ha organizzato un incontro tra il punto di vista cristiano e il pensiero ateo-agnostico. A tale scopo è stato invitato il circolo UAAR di Verona a partecipare con un proprio rappresentante. Il confronto, quindi, sarà tra don Andrea Ferraroni e il prof. Ezio Cristani, socio del circolo UAAR di Verona. L'incontro si terrà presso la parrocchia di Frassino venerdì 20 aprile alle ore 21.00. I temi su cui si confronteranno l'esponente cattolico e quello ateo sono i seguenti: il senso della vita, la morte, l'aborto, la sofferenza. Entrambi risponderanno alle medesime domande che saranno poste direttamente dai giovani presenti.

venerdì 13 aprile 2012

Prossimi appuntamenti

  1. Martedì 17 aprile, ore 21.00, incontro di circolo presso la solita sede circoscrizionale Brunelleschi (zona stadio).
  2. Mercoledì 18 aprile, ore 20.30, il professor Mario Miegge dell’Università di Ferrara terrà una relazione sui "Modelli dell’etica professionale davanti alla crisi economica". l'incontro si terrà presso la Chiesa Valdese di Verona (via Duomo - angolo via Pigna). Soci e simpatizzanti dell'UAAR sono stati invitati, anche se solo verbalmente, dalla signora Maria Rosa Serafini (valdese).
INFORMAZIONI:
  1. Venerdì 20 aprile, alle ore 21.00, il nostro socio prof. Cristani Ezio sarà ospite presso una parrocchia di Mantova per un confronto con un esponente religioso (un sacerdote). il confronto è stato voluto da don Alessandro Franzoni (parroco di Mantova) all'interno di un ciclo di incontri dedicato ai giovani mantovani.
  2. Venerdì 4 maggio, dalle ore 8.00 alle 16.00, (pranzo catering offerto), presso l'aula magna del Polo Zanotto (università) ci sarà un convegno-confronto tra laici e cattolici (sono previsti rappresentanti di grosso calibro) sulla bioetica di inizio-fine vita. seguirà informativa più dettagliata.
Rinnoviamo l'invito all'iscrizione 2012 per coloro che ancora non l'hanno fatta, mentre ringraziamo tutti coloro che già si sono iscritti.

sabato 3 marzo 2012

Incontro con Raffaele Carcano

Sabato 10 marzo alle ore 17.00, in via Brunelleschi 12, avremo come ospite il segretario nazionale dell'UAAR Raffaele Carcano, che sarà a Verona sia per incontrare i soci del nostro circolo sui vari argomenti e problemi dell'associazione sia per presentare il suo ultimo libro "Liberi di non credere". Sono invitati tutti i soci e i simpatizzanti.

domenica 29 gennaio 2012

Darwin Day 2012


Venerdì 17 febbraio alle ore 17.00, presso la sala Lucchi in zona stadio (piazzale Olimpia, 3), nell'ambito del Darwin Day 2012, il prof. Hugo Luis Monaco, docente di chimica fisica e biologia strutturale presso l'università di Verona, parlerà sul tema "Anatomisti di molecole-Come è nata e si è sviluppata la biocristallografia e di che cosa si occupa".

Hugo Luis Monaco si è laureato in Biochimica presso l'Università di Córdoba in Argentina nel 1970. Nel 1974 ha ricevuto un A.M. e nel 1978 un Ph.D. in Chimica dal Dipartimento di Chimica della Harvard University dove ha svolto il suo lavoro di ricerca, prima come studente e in seguito come post doc., sotto la guida del Prof. William N. Lipscomb, premio Nobel per la Chimica nel 1976. Nel 1980 si è trasferito a Padova con un posto di ricercatore ex art 36 del C.N.R. e nel 1987 a Pavia come Professore Associato di Strutturistica Chimica. Nel 1991 è stato nominato membro del Comitato Tecnico Fondatore della Facoltà di Scienze MM. FF. NN. dell'Università di Verona dove dal 1 Ottobre del 2000 al 30 Settembre 2003 è stato Professore Straordinario di Biologia Molecolare. Dal 1 Ottobre del 2003 è Professore Ordinario dello stesso raggruppamento. A Verona insegna Chimica Fisica e Biologia Strutturale ed è stato coordinatore del Dottorato di Ricerca in Biotecnologie Molecolari, Industriali ed Ambientali dal 2003 al 2009 e Preside Vicario della Facoltà di Scienze MM.FF.NN dal 2006 al 2009. I suoi campi di lavoro sono la Biochimica e la Biocristallografia e attualmente si occupa di proteine che legano molecole idrofobiche (non solubili in acqua), di lectine (proteine che legano carboidrati), di proteine coinvolte nello sviluppo di tumori e di complessi macromolecolari proteici. 

Riunioni di circolo

La sera del 15 febbraio, in via Brunelleschi, il prof. Luciano Bonomi, in preparazione del Darwin Day, ci intratterrà sul tema "L'origine della specie umana". Nel pomeriggio di venerdì 17 febbraio, presso la sala Lucchi, nell'ambito del Darwin Day 2012, il prof. Hugo Luis Monaco, docente di chimica fisica e biologia strutturale presso l'università di Verona, parlerà sul tema "Anatomisti di molecole-Come è nata e si è sviluppata la biocristallografia e di che cosa si occupa". La sera del 29 febbraio, in via Brunelleschi, la professoressa Christine Callet ci parlerà del tema: "La legge francese sulla separazione stato/chiesa del 1905". Siamo già in grado di annunciare che nel pomeriggio di sabato 10 marzo avremo come ospite il segretario nazionale dell'UAAR Raffaele Carcano, che sarà a Verona sia per incontrare i soci del nostro circolo sui vari argomenti e problemi dell'associazione sia per presentare il suo ultimo libro "Liberi di non credere".

lunedì 16 gennaio 2012

Don Fasani: sport nazionale sparare sulla Chiesa

"Sparare sulla Chiesa è diventato uno sport nazionale", ha scritto don Bruno Fasani su Verona Fedele della scorsa settimana. Se avesse detto "sparare euro", gli avremmo dato ragione, come dimostra l'inchiesta dell'UAAR sui costi pubblici della Chiesa. Ma don Fasani intendeva sparare per ferire. Comunque, non ci sembra che questo sport sia praticato da radio e TV Rai, dalle TV Mediaset, dai mezzi di informazione veronesi. Della chiesa cattolica viene detto tutto quanto di bello, di santo, di positivo, di edificante si possa pensare e immaginare. Ci sono rubriche fisse radiofoniche e televisive, il vescovo Zenti ha l'onore della prima pagina dell'Arena tutte le domeniche. Il reverendo televisivo esemplifica: "Dalle polemiche sull'Ici, al mai tramontato Ior, da don Verzè alla banda della Magliana...quando c'è da seminar sospetti a qualcuno non sembra vero". Si è dimenticato dei preti pedofili e, a Verona, degli ex alunni del Provolo. Sospetti? Bastano i fatti, a meno che non definiamo sospetti i fatti. E' un fatto che che la chiesa cattolica non paga l'Ici per gli immobili in cui svolge attività commerciale, anche a Verona gli esempi sono numerosi. E' un fatto che lo Ior dei tempi di Marcinkus trafficava in affari sporchi e mafiosi, che hanno portato anche all'omicidio al caffè di Sindona ed al "suicidio"di Calvi; numerose pubblicazioni hanno dimostrato che lo Ior ha continuato ad essere strumento di operazioni finanziarie illegali. E' un fatto che don Verzè ha imbrogliato numerosi creditori per un ammontare complessivo di un miliardo e mezzo di euro, quasi che la sua preghiera preferita fosse: "Paga a noi i nostri crediti come noi li paghiamo ai nostri creditori". Per rimanere dalle nostre parti, è recente la decisione della commissione tributaria di Verona che ha condannato la sua società Quo Vadis? a pagare quasi 50 mila euro di Ici evasa al comune di Lavagno (Arena 7/1/2012). E' un fatto che un capo della banda della Magliana (Enrico De Pedis, detto Renatino e, ironicamente, san Renatino)  è sepolto nella basilica di Sant'Apollinare in Roma, perché "gran benefattore dei poveri", a detta del rettore della basilica stessa. Termina don Fasani: "Siamo o non siamo più del 70% di battezzati?". E con ciò? Non si possono più raccontare i fatti ed informare battezzati e non battezzati? E' auspicabile che don Fasani, un'altra volta, sia più preciso e che dica pedobattezzati.

domenica 15 gennaio 2012

Attività di circolo

Mercoledì scorso si è svolta l'assemblea annuale del circolo UAAR di Verona. Dopo la relazione del coordinatore Silvio Manzati c'è stata l'esposizione economica del cassiere e l'approvazione del bilancio. Nella discussione sono intervenuti parecchi soci. Alla fine si è passati alla elezione delle cariche sociali per il 2012. Sono stati riconfermati sia il coordinatore sia il cassiere. A completare il comitato di coordinamento sono stati eletti Christine Callet,  Angelo Campedelli, Ezio Cristani, Gian Maria Freddi, Mauro Polacco Favaretto, Elena Rui, Sandra Tomelleri, Giovanni Ventura. La prima riunione del comitato di coordinamento per la programmazione dell'attività 2012 si terrà mercoledì 1° febbraio (la riunione è stata rimandata a martedì 7 febbraio) alle ore 21 presso la saletta circoscrizionale di via Brunelleschi, aperta a tutti i soci che riterranno di partecipare. E' già fissato per il pomeriggio del 17 febbraio, presso la sala Lucchi, il Darwin Day 2012.