giovedì 20 settembre 2012

Manifestazione del 22 settembre per Porta Pia: cambio di programma

Si comunica che ieri, a soli 3 giorni dalla manifestazione, il sindaco Tosi ha ritirato l'autorizzazione alla marcia e il questore ci ha proposto di limitare la manifestazione al solo comizio di fronte alla statua di Vittorio Emanuele II.

La manifestazione si terrà  quindi a partire dalle ore 16:00 in Piazza Bra, sotto la statua di Vittorio Emanuele II.
 
Di seguito un comunicato degli organizzatori. 
 
 
IL SINDACO RITIRA L'AUTORIZZAZIONE. NIENTE MARCIA, LA MANIFESTAZIONE SI FARÀ IN PIAZZA BRA, SOTTO LA STATUA DI VITTORIO EMANUELE II.

A 3 giorni dalla manifestazione prevista per sabato 22 settembre, il sindaco Tosi dice NO alla marcia per il 142° anniversario della Breccia di Porta Pia.

La manifestazione si terrà a partire dalle ore 16:00 in Piazza Bra, sotto la statua di Vittorio Emanuele II.

COSA È SUCCESSO?
In data 7 settembre l'Associazione Radicali Verona ha concordato con il questore il percorso della marcia e lo ha comunicato all'ufficio comunale competente.

Oggi, a distanza di 12 giorni dalla comunicazione e a soli 3 giorni dalla manifestazione, il sindaco Tosi dice NO alla marcia e il questore propone di limitare la manifestazione al solo comizio di fronte alla statua di Vittorio Emanuele II.

PERCHÉ?
Ovviamente per presunti motivi di sicurezza e ordine pubblico legati al Tocatì – Festival Internazionale dei Giochi in Strada, che si svolge nei giorni 21-22-23 nelle piazze della città.
Peccato che, in sede di colloquio con il questore, fosse stato proprio il segretario dell'Associazione Radicali Verona a ricordare la presenza del Festival. Tuttavia le autorità, considerato il numero di partecipanti previsti e la natura nonviolenta delle manifestazioni radicali, hanno autorizzato il corteo, con la raccomandazione – prontamente accolta – a transitare compostamente, senza fermate intermedie, verso il luogo d'arrivo previsto.

I PRECEDENTI
Non è la prima volta che l'amministrazione Tosi interviene limitando la libertà di espressione e manifestazione.
-        Qualche tempo fa una manifestazione contro la caccia, prima autorizzata, è stata poi vietata con un solo giorno di preavviso.
-        A giugno 2012, con un solo giorno di preavviso, è stata vietata l'affissione, prima autorizzata, dei manifesti della 3ª giornata della memoria delle vittime di pedofilia clericale.
-        A ottobre 2011 è stata vietata l'affissione di manifesti contro la caccia.


È evidente che se un amministratore locale qualsiasi può arbitrariamente e con motivazioni non sempre comprensibili vietare qualsiasi manifestazione a lui sgradita, vengono meno alcuni diritti fondamentali e costituzionalmente riconosciuti, come quelli garantiti dagli articoli 17 e 21 della Costituzione.

Articolo 17
I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz'armi.

Articolo 21
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione.

RIAFFERMA LA TUA LIBERTÀ,
TI ASPETTIAMO SABATO 22 SETTEMBRE ALLE ORE 16:00 IN PIAZZA BRA

Aderiscono alla manifestazione: Associazione Radicali Verona, Arcigay Verona Pianeta Urano,
UAAR Verona, Associazione Sordi “A. Provolo”, Associazione Panganoti Cimbri, Vaticano Paga Tu.

Nessun commento:

Posta un commento