martedì 13 maggio 2014

Nuova scuola di Raldon (San Giovanni Lupatoto): lettera al Sindaco

Egregio sig. Sindaco del comune di S. Giovanni Lupatoto e caro collega.
Sono l'architetto Campedelli Angelo (Zevio), e sono il coordinatore del circolo UAAR di Verona.
Le scrivo in merito all'articolo apparso sul giornale locale "Il Sentiero" (ultimo numero) dove, a pagina 14, c'è la lettera di "alcuni cittadini di Raldon" che chiedono, alla sua amministrazione, di intitolare la nuova scuola primaria (comunale) di Raldon a monsignor Bernardo Antonini.
Non entro nel merito di tale persona che non conosco, nonostante possa immaginare essere importante e positiva (stando a quel che si legge nella lettera).
Piuttosto entro nel merito se sia giusto che una scuola pubblica (statale, comunale) debba essere intitolata ad una personalità religiosa. La laicità dello Stato è un valore sacrosanto, al di sopra di ogni altro, previsto anche dalla nostra Costituzione, di cui (purtroppo) se ne tiene sempre poco conto, in troppo poco conto.
La scuola, per essere veramente di tutti, deve essere laica nei contenuti ma anche nella sua intitolazione (nella quale TUTTI possano identificarsi o condividere).
Pertanto, a nome di tutte le persone atee, agnostiche, laicamente credenti e diversamente credenti, io la invito ad intitolare la nuova scuola ad una personalità laica (ce ne sono molte di importanti e di rilevanti). Insomma: la invito a "volare alto".
Distinti saluti, arch. Angelo Campedelli (coordinatore del circolo UAAR di Verona).

Nessun commento:

Posta un commento