sabato 9 gennaio 2016

Nodi fiscali: il caso ICI e la Chiesa

NODI FISCALI
Il caso Ici e la Chiesa
Lettera pubblicata su L'ARENA 06-01-2015 LETTERE


Plaudo al Comune di Legnago per l'operazione recupero in tema di Ici delle scuole gestite dai religiosi che hanno subito fatto ricorso alla Commissione Tributaria in quanto affermano che la loro attività educativa è tutt'altro che commerciale.
Facciamo un passo indietro: la Corte di Cassazione la scorsa estate ha sentenziato che le Chiese Cattoliche quando incassano una retta da parte degli alunni svolgono un'attività commerciale e pertanto sono tenute a pagare le tasse come tutti i restanti cittadini d'Italia.
Giorgio Scolari VERONA 


Lettera integrale inviata al giornale:
 

Plaudo al Comune di Legnago per l'operazione recupero in tema di Ici delle scuole gestite dai religiosi che hanno subito fatto ricorso alla Commissione Tributaria in quanto affermano...... che la loro attività educativa è tutt'altro che commerciale.
Facciamo un passo indietro. La Corte di Cassazione la scorsa estate ha sentenziato che le Chiese Cattoliche quando incassano una retta da parte degli alunni svolgono un'attività commerciale e pertanto sono tenute a pagare le tasse come tutti i restanti cittadini d'Italia. Se i Responsabili della Diocesi di Verona, pur di evitare di pagare le tasse, arrivano ad affermare quanto sopra riportato, allora ci devono spiegare quale altra formula sta alla base della loro attività educativa. E' forse un'attività di evangelizzazione? Siamo al cospetto di una onlus? Se tutto si basa sul fatto che questa opera è fatta "gratis et amore Dei" (per grazia e amore di Dio) che ce lo dimostrino!
Diversamente, sarebbe ora che la smettessero di crederci tutti degli allocchi e che accettassero la realtà delle cose, soprattutto dopo episodi come quello del cardinal Bertone che ha pensato bene di fare una donazione per restituire le sovvenzioni dell'Istituto Bambin Gesù.
Giorgio Scolari VERONA

Nessun commento:

Posta un commento