lunedì 12 dicembre 2016

Articolo 7 della Costituzione:
"Lo Stato e la Chiesa cattolica sono, ciascuno nel proprio ordine, indipendenti e sovrani".

L'ipocrisia fattasi Stato!

L'8 dicembre, lo Stato italiano "laico" festeggia un dogma della sola Religione Cattolica (tuttora Religione di Stato).

L'Immacolata Concezione è un dogma cattolico proclamato da papa Pio IX (il papa contrario al Risorgimento italiano e che si è dichiarato "prigioniero politico" dopo la Breccia di Porta Pia del 20 settembre 1870) l'8 dicembre 1854 con la bolla Ineffabilis Deus, che sancisce come la Vergine Maria sia stata preservata immune dal peccato originale fin dal primo istante del suo concepimento.
Tale dogma non va confuso con il concepimento verginale di Gesù da parte di Maria. 
Il dogma dell'Immacolata Concezione riguarda il peccato originale: per la chiesa Cattolica, infatti, ogni essere umano nasce con il peccato originale e solo la Madre di Cristo ne fu esente. In vista della venuta e della missione sulla Terra del Messia, a Dio (dunque) piacque che la Vergine dovesse essere la dimora senza peccato per custodire in grembo, in modo degno e perfetto, il Figlio divino fattosi uomo.

Questa festività nazionale è la dimostrazione che il nostro Stato è laico solo a parole, e che la Religione di Stato, in Italia, è viva e vegeta più che mai, abolita solo formalmente (mai nei fatti) con la revisione del Concordato nel 1984 dal governo Craxi.

Ci libereremo mai da tale commistione e sudditanza? Se i religiosi cattolici credono in questa assurdità, la festeggino da soli (senza lo Stato)!
Comunque...... vi auguro una buona giornata!

ciao, angelo.

Nessun commento:

Posta un commento